domenica 24 maggio 2009

Impasto base per pizza

Ah, la pizza!
A chi è che non piace? E chi non ha mai provato, almeno una volta, a prepararla a casa propria??
Credo che quest'impasto sia uno dei primi che, da piccolina, ho imparato, e con il tempo ho cambiato più versioni, mutando di tanto in tanto ingredienti, cercando di ottenere una "pizza perfetta".
E devo dire che, grazie all'aiuto del libretto "Pizze & Focacce" di Sale&Pepe, ho trovato ciò che cercavo da anni!!
Ingredienti:
1/2 panetto di lievito fresco;
1/4 di cucchiaino di zucchero;
125 ml di acqua calda;
250 g di farina "0" (più altra per infarinare);
1/2 cucchiaino di sale fino;
1/2 cucchiaino di olio d'oliva.

In una terrina media, amalgamate il lievito fresco con lo zucchero e, sbattendo con una forchetta, aggiungete l'acqua piuttosto calda. Lasciate riposare per 10 minuti finché si formerà una schiuma.
Setacciate la farina con il sale in una capiente terrina e formate al centro una fontana. Versate il composto a base di lievito, quindi aggiungete l'olio d'oliva.
Mescolate prima con la forchetta, poi con le mani, fino a formare l'impasto.
Trasferitelo su un piano leggermente infarinato e, dopo che avrete lavato ed asciugato le mani, lavoratelo rapidamente per 5-10 minuti (5 minuti se avete le mani calde, 10 se le avete fredde).
Non aggiungete altra farina a questo punto: un impasto umido è migliore. Se risulta appiccicoso, infarinate le mani, non l'impasto, che dovrebbe essere piuttosto soffice. Se risultasse davvero troppo soffice, aggiungete ancora un po' di farina ed impastate.
Per capire se l'impasto è pronto, prendetene i due capi con le mani, sollevatelo e tendetelo verso l'esterno scuotendolo delicatamente su e giù.: dovrebbe allungarsi facilmente.
In caso contrario dovrete lavorarlo ancora.
Formate una palla tonda, riponetela in una terrina cosparsa d'olio, copritela con della pellicola o con un canovaccio umido e lasciate lievitare in un luogo tiepido, lontano da correnti d'aria, fino a quando raddoppierà di dimensioni - 1 ora e 1/2 circa.
Scoprite la pasta, lavoratela con le mani in modo da eliminare l'aria, quindi trasferitela su un piano di lavoro leggermente infarinato.
Riponete la pasta su carta da forno, copritela con la pellicola senza schiacciare e lasciatela lievitare per 60-90 minuti.
Utilizzatela per le vostre ricette.
Ed ecco qua la mia versione...classica fra le classiche!!
Ho semplicemente condito con salsa di pomodoro, mozzarella di bufala, pomodorini, una spruzzata di pepe ed una di olio...che bontà!

8 commenti:

  1. ciao gigì!!! mi segno la tua versione perché io sono tra quelle persone che la pizza non possono dire di saperla fare (mia mamma mi ha passato l'incapacità), anche se non ci ho proprio mai provato!!! temo di scoprire un'incapacità genetica!!!! così rimando sempre... aspetto il forno nuovo, per lo meno! però tu la fai in modo abbatsanz adiverso quindi sono proprio curiosa di provare, soprattutto leggendo che hai fatto parecchi esperimenti prima di trovare la ricetta perfetta!!! brava brava brava!!! come va l'uni?

    RispondiElimina
  2. Ciao gigì proverò la tua versione della pizza, come ho provato già il pane alle olive!! era ottimo!! baci

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia vedono i miei occhi!!!!
    Non è proprio possibile rinunciare alla pizza!!!!!
    Ho pensato a te per un gioco se ti va passa da me per partecipare, cia cara!!!!!!

    RispondiElimina
  4. è venuta benissimo, complimenti, sapere fare la pizza sembra facile ma ci vuole grande maestria, brava

    RispondiElimina
  5. l'acqua è troppa - a me è enuto un impasto semi liquido

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutti! ;-)

    @daniela
    La quantità dell'acqua dipende dall'assorbimento della farina: alcune farine ne assorbono di più, quindi hanno bisogno di una maggior quantità di liquido, altre di meno. ;-)

    RispondiElimina
  7. Buonissimaaaaaaaaa,complimenti!!
    Io ho la mia versione che,oramai da anni,non riesco ad abbandonare :-)
    Farina 500 gr.
    Semola 200 gr.
    Lievito 25 gr.
    Acqua riscaldata
    Zucchero un cucchiaino
    Sale q.b.
    Olio 2 cucchiai

    RispondiElimina
  8. @LOTTOAMICO
    Interessante l'utilizzo della semola insieme alla farina ("OO", "0" o manitoba??)

    GG

    RispondiElimina

Grazie per essere passati nel mio blog! Lasciatemi un commento, se vi va!