venerdì 19 settembre 2008

Pane casereccio

Maledetto virus!!!
Ebbene si, ieri pomeriggio, mentre navigavo su internet, un dolce, affabile, meraviglioso virus ha deciso di entrare nel mio computer e di appropriarsene, come se fosse a casa sua.
Non mi faceva più entrare su internet (ed io senza internet mi sento persa), mi rallentava tutti i programmi, mi impediva di scaricare la posta...
Insomma, se non ci fosse stato mio papà, che è un vero mago con i computer, non avrei saputo cosa fare...e starei ancora li a disperarmi e a maledire il virus e chi me lo ha mandato.
Per fortuna c'era mio padre che, come detto prima, si è armato di santa pazienza, ha formattato il computer e reinstallato tutti i programmi: che lavorone!!!
Grazie al cielo sono riuscita a salvare quasi tutto ciò che mi serviva, dunque adesso sono qui per mostravi un'altra meravigliosa ricetta di panificazione, copiata dalla meravigliosa Camomilla in questo post.
E' una ricetta semplicissima che ho sperimentato già più e più volte e che ha sempre avuto successo. I miei genitori si sono innamorati di queste pagnotte ed ogni volta che le preparo se le spazzolano (beh, ma perché sto dando tutta la colpa a loro???:) in poco tempo.
L'unica volta in cui non sono rimasta soddisfatta del risultato è stato perché, non avendo in casa il lievito fresco, ho deciso di adoperare quello in polvere...beh, non fatelo assolutamente!!
La pasta ha lievitato pochissimo ed i panini sono risultati un vero e proprio "mattone"!
Ma ora veniamo alla ricetta. A differenza di Camomilla ho optato per diverse pagnotte, invece di un pane unico, poiché ho sempre il terrore che il mio forno non cuocia bene gli alimenti se sono troppo grossi...e dato che più volte ciò è già capitato, ho preferito non correre rischi.
Se però preferite creare un pane unico potete farlo, come più vi aggrada.
Ingredienti (per 4 pagnotte abbastanza grosse):
460 g di farina "00";
1 cucchiaino di sale;
280 ml di acqua tiepida;
10 g di lievito fresco.
In una ciotola, setacciate la farina, unitevi il sale e formate la solita fontana. Intanto fate sciogliere il lievito (rigorosamente fresco, mi raccomando) nel recipiente in cui avete posto l'acqua tiepida (Camomilla suggerisce, giustamente, di provare l'acqua all'interno del polso per verificarne la giusta temperatura). Mescolate bene in modo che il lievito sia ben sciolto, poi versate al centro della fontana. Amalgamate il composto d'dapprima con una forchetta, poi con le mani fino a quando non si staccherà dalle pareti del recipiente.
Ponete la pasta su una spianatoia infarinata e lavoratela per una decina di minuti: il composto sarà morbidissimo. Riponetelo nella ciotola infarinata, copritelo con uno strofinaccio e lasciate lievitare circa 1 ora.
Trascorso questo tempo riprendete l'impasto, lavoratelo un poco (ma non troppo, mi raccomando), oliate una teglia e ponetevi sopra i panini. Essi dovranno ancora lievitare molto, vi suggerisco di lasciarli sopra il forno accesso adesso che non fa più quel caldo soffocante dell'estate.
Quando saranno quasi raddoppiati, poneteli in forno già caldo a 220°C per circa 35-40 minuti.
Buon appetito!

Bene, eccoci qui.
Per chi mi chiedeva notizie riguardo la casa a Genova...abbiamo deciso di prenderla in affitto!!!
Sono davvero contenta, la casa è fantastica, vi mostrerò le foto non appena potrò.
Mi trasferirà a Genova il 30 settembre, dato che il 1 ottobre mi inizia il pre-corso di russo (aiuto!). L'unico problema è che per almeno la prima settimana la casa sarà scarsamente abitabile in quanto mancherà praticamente tutto l'arredamento salvo bagno e cucina (come avrei fatto altrimenti a vivere senza cucina??? Per il bagno, ne posso fare anche a meno, ma la cucina...!!! :DDDD)
Dunque non avrò neppure un letto, ne un divano, ma una comoda (si fa per dire) brandina!!!
Ma si, sarà come al campeggio, tanto ci sono abituata!
Comunque, a parte gli scherzi...io sono una di quelle persone che, fortunatamente, si adatta ad ogni tipo di situazione, quindi non mi faccio alcun problema. Per quella casa vale davvero la pena fare dei sacrifici, quindi ben venga la settimana in brandina, e chissenefrega!! :DDD
Vi terrò informati, a presto!!!

17 commenti:

  1. Ciao cara GiGi.. ma è questo il bello dell'università.. non sai nelle case che ho abitato io.. cera solo da ridere!!!
    Il pane tutte le volte non mi viene bene.. forse è perche come hai detto tu io uso il lievito secco.. Magari se provo con il cubetto fresco!!!???? appena sono in vena ci provo...Bacio

    RispondiElimina
  2. che bello il tuo pane.
    baciotti baciotti!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Cara, tutto risolto con il virus, allora??? Meno male!!!!

    ;-)

    Caspita! Sai fare anche il pane!!!! Sei veramente fantastica!!!

    ;-))

    PS: ho appena letto il resoconto del viaggio, ho lasciato anche un piccolo commentino!

    ;-))

    RispondiElimina
  4. Se passi dalla mia cucina c'è una sorpresina per te! A proposito...buonissimo il pane!
    Baci
    Laura

    RispondiElimina
  5. Hai fatto dei panini strepitosi!Complimenti!Buona domenica :)

    RispondiElimina
  6. caspita gg sembrano advvero comprate in un panificio:-)un bacio imma e grazie per essere passata nel mio blog:-)

    RispondiElimina
  7. @maya
    prova con il lievito fresco, io te lo consiglio. L'ho sempre usato ed il pane mi è sempre venuto bene, a parte l'unica volta che ho utilizzato quello in bustina...poi fammi sapere, un bacio!!!

    @carmen
    grazie, cara, sei sempre gentilissima!! :)))

    @silvia
    ciao, cara!!! si, tutto risoloto con il virus, per fortuna, ero già in panico!!!
    Baci!! :))

    @dolce e salata
    ti ringrazio tantissimo!!!

    @nightfairy
    ti ringrazio!!! un bacio!!

    @dolci...a gogò!!!
    grazie per essere passata e per i complimenti, sei gentilissima!
    Un bacione, GG

    RispondiElimina
  8. Sembrano proprio le ciabatte che si vendono al panificio!!! Devono essere buonissime!!

    RispondiElimina
  9. Bravissima Giada, ecco finalmente vedo il oane che mi dicevi di aver provato... ti è venuto benissimo!!! Sono felicissima che vi sia piaciuto tanto!!!
    Un bacione cara in bocca al lupo per la nuova casa a Genova!

    RispondiElimina
  10. Grazie della visita, aspetto la tua ricetta ciao

    RispondiElimina
  11. Cara Gg se fosse successo a me sarei stata nei guai: mio papà non sa nemmeno come si accende un pc!!
    Il tuo pane è davvero perfetto, brava!

    RispondiElimina
  12. bellissimo questo pane!! e non preoccuparti ti saprai adattare benissimo alla nuova casa!! un bacione!

    RispondiElimina
  13. Lo proverò al più presto...
    baci

    RispondiElimina
  14. Ciao Giada!
    Come stai?
    Trasferita a Genova???
    Vicino piazza principe nei pressi della stazione dovrebbe esserci un panificio dove vendono un'ottima focaccia e la farinata!
    I miei parenti abitano a sanpierdarena, però è da tanto che non scendo più a Genova.
    Mi ricordo quel panificio, però sono passati tantissimi anni, non sò più se c'è ancora!
    Comunque penso che qualsiasi panificio lì venderà dell'ottima focaccia!
    Buona settimana e a presto!

    RispondiElimina
  15. Ciao GiGi!! che bello.. mi sembra di sentire il profumo del pane caldo... slurp!! Fuerteventura è davvero splendida.. ben detto!

    RispondiElimina
  16. Non c'e' nulla di piu' bello e buono del pane fatto in casa.Brava GG sembra, e lo sara' sicuamente, ottimo.

    Attendo le foto della casa, sono una curiosona !
    Bacio cara :)

    RispondiElimina

Grazie per essere passati nel mio blog! Lasciatemi un commento, se vi va!