martedì 6 marzo 2012

Coq au Vin


Non è che io non ami la cucina italiana, anzi, l'esatto opposto. 
Chi non ama la cucina italiana? E' la migliore del mondo, senza dubbio e sotto ogni punto di vista. Ma c'è da dire che io adoro sperimentare, provare, testare ricette nuove. E adoro la cucina internazionale, i sapori e i profumi di paesi stranieri, vicini e lontani. Quando viaggio (e grazie al cielo lo faccio spesso), mi piace immergermi nel luogo in cui mi trovo, e dunque cosa c'è di meglio che un piatto tipico tradizionale francese, inglese, tedesco, spagnolo o americano?
E così, quando sul bellissimo blog Al Cuoco! ho visto la ricetta del coq au vin, o pollo al vino che dir si voglia, non ho potuto fare a meno di provarlo. 
Il risultato? Fantastico! E' un piatto da preparare in anticipo (la carne deve stare a mollo nel vino per almeno una notte), ma che vi darà delle belle soddisfazioni. Il gusto è delicato e per nulla pesante. Ero abituata a far macerare nel vino la carne rossa, ma dopo questa prova devo dire che forse preferisco quella bianca!
Vi lascio la ricetta con le modifiche che ho apportato, per vedere l'originale andate qui.  


Ingredienti:
1 pollo tagliato a pezzi;
burro q.b (+ 20 g per le cipolline);
olio d'oliva extravergine q.b;
1 cucchiaio di farina;
200 g di pancetta tagliata a cubetti;*
200 g di cipollotti grandi;
2 cucchiaini di zucchero;
1 bicchiere di cognac;**
sale q.b;
pepe q.b

per la marinata:
1 bottiglia di buon vino rosso (io ho utilizzato il Dolcetto prodotto nella cantina di Clavesana, paese di provenienza di mia mamma);
2 carote tagliate a tocchetti;
3 foglie di alloro;
1 spicchio d'aglio grande;
2 cipolle;
sale q.b; 
pepe q.b;
  pepe in grani q.b;
chiodi di garofano q.b.

*io ho utilizzato lo speck (non avevo in casa la pancetta), è ottimo;
**al posto del cognac ho utilizzato il whisky.

La sera prima della cottura del pollo preparate la marinata: pulite le carote e tagliatele a fettine, tagliate anche la cipolla e l'aglio. In una ciotola capiente ponete il pollo tagliato a pezzi con la cipolla, le carote, l'aglio, l'alloro, il pepe in grano e i chiodi di garofano, poi versatevi il vino rosso e lasciate a marinare tutta la notte in frigo, coperto da pellicola.
Il giorno dopo scolate il pollo e le verdure e mettete il vino in un pentolino, in modo che si riduca di circa la metà.
Nel frattempo salate e pepate i pezzi di pollo e metteteli a rosolare in una pentola in cui avrete precedentemente unito 1 cucchiaio di burro circa, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e la pancetta a cubetti. Lasciate cuocere per 5 minuti a fuoco vivo, poi aggiungete il cucchiaio di farina, mescolate per bene e aggiungete ancora il bicchierino di liquore (cognac preferibilmente o whisky in alternativa). Coprite la pentola e lasciate cuocere per 5 minuti a fuoco medio, poi versate la riduzione del vino della marinata e fate cuocere ulteriormente per 1 ora circa (sempre coperto, sempre a fuoco medio).
Nel frattempo preparate le cipolline: versate in un pentolini i cipollotti puliti e senza pellicina esterna con 20 g di burro, 1 cucchiaio d'olio, 2 cucchiaini di zucchero, sale e pepe. Coprite d'acqua fredda e lasciate cuocere fino a quando l'acqua sarà evaporata e le cipolline si glasseranno.
Quando il pollo sarà cotto trasferite le cipolline nella stessa pentola, mescolate e fate cuocere altri 5 minuti circa.
Servite ben caldo.


Con questa ricetta partecipo al contest di Les Madeleines di Proust "Ti cucino a...fuoco lento"

19 commenti:

  1. Hey!ma grazie!! sono troppo contenta che ti sia piaciuto! che soddisfazione!!!:))
    un bacione!

    RispondiElimina
  2. ANche a me piace provare le cucine di altri luoghi.
    Questa ricetta deve essere fantastica.
    Bravissima ad averla riproposta.

    RispondiElimina
  3. Bellissima ricetta deve essere favolosa gnamm!!
    buona serata
    ^_^

    RispondiElimina
  4. Bella ricettina complimenti
    Mandi

    RispondiElimina
  5. sono daccordo con te, anche a me piace molto sperimentare altre cucine e allontanarmi dalle cose che già so fare.. questo pollo dev'essere eccezionale complimenti!!!

    RispondiElimina
  6. non conoscevo questa meraviglia complimenti fantastica

    RispondiElimina
  7. la cuina italia è sempre deliziosa però ti posso capire benissimo! per chiha la fortuna di viaggiare come noi due abbastanza spesso sa che anche le cucine straniere sono ottime e la voglia di sperimentarle non manca mai! la tua è una ricetta davvero interessante! quando avrò un pomeriggio libero credo proprio che la farò! davvero complimenti! baciuz!!

    RispondiElimina
  8. Delizioso GG, adoro questo piatto!!!!!

    RispondiElimina
  9. Ho visto fare questa ricetta in televisione e gia' mi ero riproposta di farla, ora che la vedo qui da te la faro' sicuramente e con la carne bianca che preferisco!!!Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  10. @Al Cuoco!
    Buonissimo, confermo! Anche a mio papà è piaciuto molto ;-)

    @Natalia
    Grazie mille ;-)

    @Anna
    Grazie!

    @Rosetta
    Grazie!

    @Tiziana
    Grazie, la pensiamo allo stesso modo allora ;-)

    @Giovanna
    Grazie, si imparano sempre cose nuove grazie ai nostri blog di cucina!

    @RUMI
    Grazie, vedo che ci capiamo, il viaggio è bello anche perchè si imparano a conoscere decide e decine di piatti nuovi e completamente differenti dai nostri ;-) Se provi la ricetta fammi sapere!

    @speedy70
    Grazie mille!

    @Rossella
    Buona giornata anche a te, se la provi fammi sapere!

    GG

    RispondiElimina
  11. La cucina e' campo talmente vasto che sarebbe un peccato non ptovare il piu' possibile ;-)

    E questa ricetta mi ispira proprio!

    RispondiElimina
  12. Ti comunico che mi sono trasferita su giallo zafferano , questo è il link esatto del mio nuovo blog :
    blog.giallozafferano.it/lapasticciona
    ti aspetto sul nuovo blog con tante novità , ciao

    RispondiElimina
  13. Che bella ricetta, deve essere gustosissimo questo piatto, brava, 10 e lode!!

    RispondiElimina
  14. Buonissima ricetta, sicuramente da rifare!Ciao

    RispondiElimina
  15. Da totale astemia a cui dà fastidio anche l'odore del vino, cucinate questo pollo per me sarebbe un'impresa non da poco! L'aspetto però è molto invitante :) Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  16. è un vero piacere scoprire il tuo blog! Graze della visita!

    RispondiElimina
  17. @Stefania Orlando
    Sono d'accordo! Provala, non ne rimarrai delusa! ;-)

    @La pasticciona
    Grazie per la comunicazione!

    @maria
    E' davvero gustosissima!

    @La cucina di Molly
    Concordo! ;-)

    @Federica
    Ti capisco, sono astemia anche io ed il vino proprio non mi piace...in cucina però lo uso volentieri! ;-)

    @Strawberryblonde
    Grazie a te! ;-)

    Un bacione, GG

    RispondiElimina
  18. Finalmente! Lo aspettavo con ansia e oramai stavo disperando che arrivasse...:))
    Grazie. Questo pezzo della cucina francese lo amo profondamente.
    Buon fine settimana.
    Sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver organizzato questo bellissimo contest! ;-)
      GG

      Elimina

Grazie per essere passati nel mio blog! Lasciatemi un commento, se vi va!