mercoledì 27 giugno 2012

Pizza bianca romana al rosmarino


Non so voi, ma io ogni volta che vado a Roma a trovare la mia amica Silvia, mi innamoro sempre di più della loro "pizza romana". Già solamente vedere queste enormi teglie sui banconi, appena uscite dal forno, con tutto quel ben di Dio sopra è un attacco alla linea; figuriamoci poi il fatto che, si sa, a Roma non è che ti fanno patire la fame, ed una porzione loro equivale a due tue (per non parlare del fatto che, quando chiedi "un pezzo piccolino" ti danno mezza teglia), insomma, finisce sempre che mangio troppo. Per fortuna, però, cammino sempre tanto per visitare la Città Eterna, che smaltisco pranzo e cena...beh, la maggior parte del pranzo e della cena, almeno!
L'ultima volta, poi, ho fatto una tremenda gaffe in uno di quei forni caldi caldi, pieni pieni e buoni buoni: ho chiesto un pezzo di "quella focaccia là". 
Sacrilegio! Non lo avessi mai fatto!
La focaccia, a Roma proprio non esiste. Ma io, che vengo dalla Liguria e che sono abituata a chiamare in questo modo quel lievitato senza sugo o condimento ricoperto da un filo d'olio extra, proprio non lo sapevo.   E così, dopo un'iniziale turbamento da parte del commesso, il malinteso è stato chiarito dalla mamma di Silvia "Quella è pizza bianca romana, mica focaccia!". Non si finisce mai di imparare...

La ricetta che vi propongo oggi, è presa dal meraviglioso blog Anice&Cannella, nel quale Paola, regina dei lievitati, ha dato il meglio di se stessa.
Io ammetto che devo ancora lavorare sulla ricetta (in particolar modo sulla lievitazione e sull'alveolatura interna), ma il gusto è assolutamente spettacolare, molto simile a quella assaggiata in tanti forni romani.
Vi lascio dosi e procedimento, per la ricetta di Paoletta (sicuramente molto più dettagliata) andate qui.


Ingredienti (per circa 2 teglie):
400 g di farina O;
300 ml di acqua;
8 g di fiocchi di patate (1 cucchiaio raso);
5 g di sale (1 cucchiaino raso);
5 g di malto -in mancanza miele o zucchero (1 cucchiaino raso);
8 g di lievito a cubetti;
sale grosso q.b;
rosmarino q.b;
olio extravergine di oliva q.b.


In una grossa ciotola, versate la farine e i fiocchi di patate; aggiungete 200 ml di acqua tiepida, nei quali si saranno fatti sciogliere precedentemente il lievito e il malto per 10 minuti. Impastate lievemente, poi aggiungete la restante acqua tiepida, il sale e per ultimo l'olio. Impastate brevemente a mano, giusto il tempo di amalgamare bene gli ingredienti, poi rovesciate il tutto nella macchina del pane ed impastate (io non possiedo la macchina del pane, al che ho continuato per una decina di minuti ad amalgamare gli ingredienti con una forchetta, girando velocemente).
Lasciate lievitare circa 2 ore, fino a quando l'impasto non sarà triplicato, poi rovesciate sulla spianatoia e, con le mane ben unte d'olio, fate le pieghe di Adriano del primo tipo.
Dividete poi l'impasto in due parti, poi per ognuna delle parte, fate le pieghe di Adriano ancora una volta. Prendete i lembi della pasta e tirateli verso il centro, poi rovesciate l'impasto da sopra a sotto e fate lievitare ulteriormente per 15/20 minuti sotto un panno bagnato e strizzato.
Sempre con le mani unte d'olio, stendete l'impasto in due teglie (circa 25x30 cm), anch'esse spennellate d'olio. Versate l'olio a filo e, con le dita, fate delle fossette, cercando però di non schiacciare le bolle che si saranno formate (è un lavoro un po' complicato, ci devo ancora lavorare su!). Spolverate poi di rosmarino, possibilmente fresco.
Lasciate lievitare nuovamente in teglia circa 20 minuti.
Nel frattempo accendete il forno alla massima temperatura, modalità ventilato, ed infornate fino a quando la vostra pizza bianca non sarà ben rosolata. Durante la cottura, si formeranno ancora le tipiche bolle di questa preparazione...e sarà uno spettacolo! 


Con questa ricetta partecipo al contest "La ricette passano...da un blog all'altro" del blog L'officina del cibo.

21 commenti:

  1. Mamma mia è favolosa...ma saranno i fiocchi di patate??
    cavolo è venuta benissimo!

    RispondiElimina
  2. una bella golosità ...
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  3. anche io appena arrivo a Roma vado a comprare la mitica pizza bianca, la tua è bellissima copio la ricetta

    RispondiElimina
  4. che spettacolo, chissa' che profumino in casa, e poi quella rosmarino e sale mi fa sempre una gola!
    davvero?? anche io l'avrei chiamata focaccia o schiacciata, non pizza bianca, visto si impara sempre qualcosa di nuovo!
    abbracci,
    Giulia

    RispondiElimina
  5. Ma che delizia!!!! Wow sei stata bravissima!!!

    RispondiElimina
  6. Questa ricetta di Paoletta la conosco eccome, è spettacolosa. E la tua pizza è uscita una meraviglia, mi arriva il profumino fino a qui :) Che voglia di focaccia adesso...Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  7. Sembra veramente ottima! Il gusto della semplicità!

    RispondiElimina
  8. Caspita GG ! Ben trovata :) Certo che anche tu con la focaccia romana non scherzi..e mi sa che la devo provare..io in realtà vado sempre con la mia..ma mi è venuto il desiderio di provare nuovi tipi di impasto. Anche tu hai un bellissimo blog, e mi intriga parecchio la ricetta dei brownies qui sotto..
    Ti abbraccio. Mi unisco anche io ai tuoi lettori, così riesco a seguirti come meriti.

    RispondiElimina
  9. @Alessandra
    I fiocchi di patate incidono molto, in effetti, ma credo sia anche molto merito della lievitazione e delle pieghe di Adriano... ;-)

    @I viaggi del goloso
    Grazie, un saluto anche a voi!

    @Mariangela
    Copia, copia e sentirai che non dista poi molto dall'originale! ;-)

    @Giulia
    Eh, si, si impara sempre qualcosa di nuovo, è questo il bello della cucina!

    @maria
    Ti ringrazio!

    @Federica
    Era buonissima, e già non vedo l'ora di rifarla... :-)

    @Petali rossi
    Lo è, garantisco!

    @Federica Simoni
    Grazie mille!

    @Mary
    Grazie mille per aver ricambiato la visita! La tua focaccia sarà sicuramente collaudata e buonissima (anche io ho le mie ricette con le quali riesco sempre a fare un figurone), ma ti assicuro che, provando questa pizza romana, scoprirai tutto un nuovo mondo...me ne mangerei una bella fetta anche adesso!

    GG

    RispondiElimina
  10. domani giornata di pane...da pazzi lo so...ma tra una sfornata e l'altra ci sta anche questa secondo me!

    RispondiElimina
  11. se insisti passo da te per pranzooooo buon fine settina

    RispondiElimina
  12. Arrivo a prendermene un pezzo!

    RispondiElimina
  13. Ahahah!! in effetti anch'io l'avrei definita focaccia :) Buonissima la tua versione cara! :) Un bacione e buona giornata!!
    Elisa

    RispondiElimina
  14. @nonna papera
    Non è da pazzi, anche io adoro panificare, nonostante il caldo! Se la provi, fammi sapere!

    @Giovanna
    Grazie per essere passata da me!

    @Bianca Neve
    Vieni, c'è posto! ;-)

    @Rosalba
    Abbiamo gli stessi gusti, allora.... :-p

    @Elisaltea
    Un bacione e buona giornata anche a te, mi fa piacere di non essere l'unica a definirla focaccia! :-D

    GG

    RispondiElimina
  15. Ciao Cara,
    ma che buona questa pizza... E' quella vera di Roma...
    preso appunti.
    Poi voglio sapere da te com'é il pane fatto in casa....
    Un abbraccio.
    Thais

    RispondiElimina
  16. Sembra croccante fuori e morbida dentro, esattamente come piace a me!! Grazie per partecipare al contest, ti ho appena aggiunta!
    baci, barbara

    RispondiElimina
  17. conosco questa ricetta e mi piace un sacco! :) in bocca al lupo per il contest

    RispondiElimina
  18. Ciao! Vorrei provare la tua pizza bianca ma quanto olio va nell'impasto? Non c'è scritta la quantità!

    RispondiElimina

Grazie per essere passati nel mio blog! Lasciatemi un commento, se vi va!